RIVISTE IN OFFERTA!

COMUNICATI

RACCOMANDA IL SITO

Odontoiatra, chi è e di cosa si occupa

 

odontoiatra

L'odontoiatra è un professionista che si occupa di tutte le patologie e problematiche che interessano il cavo orale e che interessano tessuti molli e duri, svolgendo attività di prevenzione ed emettendo diagnosi su malattie congenite o acquisite di bocca, denti, ossa mascellari.

La figura dell'odontoiatra è spesso confusa, nell'opinione comune, con quella del dentista, ma in realtà si tratta di due figure professionali distinte, per quanto entrambe si occupino della cura dentale e del cavo orale e possano sia l'uno che l'altro prescrivere farmaci in funzione della terapia assegnata al paziente.

 

 

Prima di capire nel dettaglio di cosa si occupa l'odontoiatra e quali sono i requisiti che distinguono questa figura da quella del dentista, è importante fare un'ulteriore classificazione che vige all'interno della stessa professione odontoiatrica.

L'odontoiatra si può infatti specializzare per occuparsi di un'area ben determinata e specifica dell'odontoiatria, e può diventare:

  • Ortodonzista ossia colui che si occupa dei disallineamenti nella formazione e sviluppo della struttura dentale, dunque è lo specialista che progetta apparecchi ortodontici.

  • Endodontista: è invece lo specialista che si occupa dei tessuti interni del dente e di problemi legati a carie, è colui che prescrive terapie come la devitalizzazione.

  • Protesista: attraverso questa specializzazione il professionista si occupa della progettazione di protesi dentali, lavorando a stretto contatto con l'impiantista.

  • Parodontologo: questo specialista invece emette diagnosi e si occupa di quella parte di tessuti che danno sostegno ai denti, si occupa insomma delle patologie del parodonto.

  • Pedodontista: è lo specialista che si prende cura della prevenzione e cura delle patologie dei denti dei bambini

  • Gnatologo: questo specialista si occupa di tutte quelle patologie legate alla bocca, che sono spesso causa di dolori muscolari legati alla zona del collo o alla testa.

  • Implantologo: è un odontoiatra specializzato nell'inserimento di impianti dentali, in seguito alla perdita dei denti

 

Queste differenziazioni aiutano a distinguere le figure professionali che operano nel settore dell'odontoiatria ma proprio per questa ramificazione è facile che vengano confuse.

Ma vediamo quali sono le caratteristiche della figura dell'odontoiatra e perché non può essere confuso con la figura che più ad esso viene associata, ossia il dentista.

 

 

Odontoiatra e dentista: somiglianze e differenze

odontoiatra-cosa-fa

E' comprensibile confondere la figura dell'odontoiatra con quella del dentista quando si è alla ricerca di uno specialista della cura dei denti, ma in realtà i due termini sono soltanto sinonimi.

Il dentista e l'odontoiatra sono due professionisti che hanno conseguito la laurea: prima degli Anni Ottanta per diventare dentista era obbligatorio conseguire la laurea in medicina e chirurgia, con successiva specializzazione in odontoiatria.

Dagli anni Ottanta in poi si è creato un vero e proprio corso in odontoiatria, per cui per diventare professionista in questo settore è ora obbligatoria la frequenza di questo specifico indirizzo di studi.

Per definizione dunque l'odontoiatra è lo specialista immatricolato al corso di Laurea prima del 28 Gennaio 1980 o il medico chirurgo immatricolato negli anni che vanno dal 1980-81 al 1984-85 che abbia superato tutte le prove di idoneità per l'iscrizione all'Albo degli odontoiatri.

L'odontoiatra, per essere tale, deve in ogni caso, essere iscritto all'Albo Provinciale degli Odontoiatri.

Oggi il dentista e il dentista odontoiatra sono due figure professionali che si occupano della prevenzione, della diagnosi e cura di patologie e disturbi del cavo orale, dalle malattie e anomalie dei denti e della bocca, congenite e acquisite, alle ossa mascellari, articolazioni mandibolari e tessuti circostanti.

L'odontoiatra si occupa inoltre di progettare e controllare la conformità degli impianti protesici in caso di elementi dentari mancanti.

L'odontoiatria può essere sia chirurgica che conservativa: nel primo caso essa si occupa anche dell'asportazione di cisti e interventi legati a patologie infiammatorie e traumatiche.

L'odontoiatria conservativa invece è orientata alla sostituzione di materiali inorganici a quelli organici in presenza di affezioni dei tessuti e si occupa del trattamento della polpa all'interno del dente e del tessuto periradicolare.

 

odontoiatra-guida

Sebbene dunque esista una grande confusione sulle figure che operano nel campo dell'odontoiatria, è bene precisare che l'odontoiatra (insieme all'igienista dentale) è l'unica figura che in questo settore risulta essere autorizzata ad operare all'interno del cavo orale del paziente, e con essa ovviamente anche tutte le figure specializzate che abbiamo menzionato. Ovviamente è fondamentale per questa figura professionale frequentare periodicamente corsi per odontoiatri di aggiornamento per apprendere le ultime tecniche o i nuovi materiali.

E' importante prendere atto di queste differenziazioni per rivolgersi ad un vero professionista a cui affidare la salute del cavo orale, senza conseguenze negative di alcun tipo per il proprio benessere.