RIVISTE IN OFFERTA!

COMUNICATI

RACCOMANDA IL SITO

Guida lampadari vintage

 

lampadario-vintage

Da alcuni anni a questa parte, sono moltissime le persone che per arredare la propria abitazione scelgono lo stile vintage. Ma per poter ottenere l’effetto desiderato bisogna porre particolare attenzione ai dettagli: poltrone, tende, divani, lampadari, quadri, specchi.

In questa guida ci soffermeremo in particolar modo alla scelta dei lampadari vintage. Ecco dunque, tutto ciò che occorre sapere per poter effettuare un acquisto consapevole.

Sicuramente per conferire alla propria abitazione un sapore retrò, i lampadari vintage rappresentano una valida ed efficace soluzione. Che siano realizzati in vetro di murano, in ferro battuto, in ottone o in cristallo di Boemia, poco importa, la cosa essenziale in questo caso, è quella di riuscire a regalare alla propria dimora un tocca di eleganza e raffinatezza.

 

 

Lampadari vintage: caratteristiche e vantaggi

lampadario-vintage-cristalli-oro

In commercio sono presenti moltissimi modelli caratterizzati da questo stile, con un buon compromesso qualità/prezzo. Ogni tipologia di modello può adattarsi a qualsiasi stanza della casa, perfetti per uno stile elegante ma al contempo stesso vivace.

La peculiarità di questi accessori è che hanno la capacità di adattarsi e intonarsi facilmente con i mobili in stile retrò. Uno stile dunque, vissuto ma per niente minimalista.

 

Stile vintage, un fascino senza fine!

lampadario-vintage-guida

Se si è alla ricerca di un ambiente raffinato ed elegante, è necessario che la casa disponga di cure e attenzioni.

La cucina e il salotto sono le due stanze maggiormente frequentate, oltre a curare con particolare riguardo la scelta della collocazione dei mobili, un occhio attento deve essere posto alla scelta dell’illuminazione.

I lampadari vintage oltre a regalare quel tocco di eleganza all’ambiente circostante, è necessario che emanino il giusto fascio di luce.

Anche se si tratta di oggetti antichi, il consiglio è quello di utilizzare le lampadine a led, poiché, oltre ad assicurare un notevole risparmio energetico, riescono ad illuminare perfettamente la stanza.

I lampadari vintage per molti rappresentano dei pezzi di collezione e come tali devono essere messi in evidenza, magari posizionandoli in uno spazio particolare della casa.

 

Lampadari vintage, l’importanza della pulizia

Quando si decide di acquistare lampadari vintage, per poterli preservare nel tempo e mantenere inalterate le condizioni estetiche, la pulizia periodica  si rivela di vitale importanza. Ci sono dei piccoli accorgimenti che se utilizzati a dovere, la bellezza estetica rimarrà intatta: se si opta per lampadari in ferro battuto o in vetro di murano, è necessario che vengano puliti con acqua calda e ammoniaca, per tutti gli altri materiali un buon espediente è rappresentato da una soluzione a base di acqua e alcool.

 

 

Come scegliere i lampadari vintage per la propria casa?

scelta-lampadario-vintage

1. Illuminazione vintage in soggiorno

La scelta dell’illuminazione nel soggiorno è fondamentale, perché è l’ambiente dove ci si rilassa. E’ naturale dunque, che in questo contesto trovino spazio diverse fonti di luce caratterizzati da un’illuminazione principale, seguita da un lampadario o lampada a sospensione. Il lampadario vintage può essere sostituito anche da una lampada a parete, mentre risulta perfetta la lampada da terra da affiancare al divano per la lettura.

Un tipo di lampade vintage abbastanza richiesto sul mercato è rappresentato dalle lampade nude. A volte il gioco del vedo e non vedo è affidato ad una semplice correlazione di diverse opacità, il tutto abbinato a materiali basic come il legno.

 

2. Illuminazione vintage sala da pranzo

Nella sala da pranzo perché non optare per le lampade a sospensione a più punti luce?

Per valorizzare il tavolo ad esempio, prediligere lampada a sospensione realizzata in rame, in metallo, in bianco o in vetro per offrire un tocco di raffinatezza aggiuntiva.

 

3. Illuminazione vintage cucina

Qui si potrebbe disporre di un lampadario centrale o una lampada a sospensione. Se si dispone di un piano di lavoro a isola, una buona soluzione è rappresentata da lampade a sospensione ma da posizionare a una distanza piuttosto bassa rispetto al soffitto.

 

4. Illuminazione vintage in camera da letto

Questo ambiente può essere arricchito da lampade da lettura  a faretto da posizionare in corrispondenza dei comodini o ai lati della testiera del letto

 

5. Illuminazione vintage bagno

Il bagno è un altro luogo importante, per cui scegliere con cura e attenzione l’illuminazione è molto importante. In questo ambiente si potrebbe optare per dei lampadari o lampade a sospensione per uno stile shabby chic oppure ai lati dello specchio prediligere lampade da parete stile minimal industriale.