RIVISTE IN OFFERTA!

COMUNICATI

RACCOMANDA IL SITO

Langhe: cosa vedere, cosa mangiare

 

langhe-panorama

Le Langhe rappresentano una terra dal fascino particolare con paesaggi tipici come fossero una cartolina, se poi si conta anche l’arte enogastronomica, allora nessuno può resistervi.

Andare nelle Langhe significa dedicarsi a luoghi caratteristici da visitare, ma anche piatti tipici da assaggiare, senza tralasciare poi il caro buon vino locale.

Tra una cenetta e un calice di vino, non potrà mancare una visita al castello medievale, o le passeggiate per le colline più belle che caratterizzano la romanticissima terra delle Langhe.

 

 

Cosa visitare nelle Langhe

castello-del-conte-di-cavour

La terra delle Langhe custodisce molti monumenti caratteristici, tra cui la collegiata di San Secondo, il complesso medievale della Rotonda di San Pietro e il sontuoso Palazzo Mazzetti, sede del Museo Civico.

Quelli che però sono assolutamente da vedere, sono i castelli che costellano Langhe, che creano un itinerario storico e molto interessante. Tra quelli imperdibili ci sono i castelli di Barolo e Grinzane Cavour senza dimenticare quello di Casale Monferrato e il castello di Govone, nel Roero. Quest’ultimo è sullo stile barocco e con uno bellissimo salone da ballo.

Un altro castello da visitare nelle Langhe è quello di Serralunga d'Alba da dove si può ammirare un meraviglioso panorama sulle vigne e sulle colline. Così come quello di Camino, vicino a Casale Monferrato, che ha davanti un caratteristico cortile tipico del '400.

Le Langhe si caratterizzano per i tanti piccoli borghi, quasi tutti abitati da neanche 15 mila abitanti che amano e rispettano l'ambiente. E così come rispettano la natura, riservano il medesimo trattamento ai turisti che vengono accolti a braccia aperte. Infatti chiunque si reca nei borghi può godere della massima qualità delle infrastrutture e i servizi proposti, in gradi di preservare solo meravigliose sorprese.

Il piccolo borgo di Grinzane è interessante da visitare, perché ospita il castello del Conte di Cavour, che per un periodo fu primo cittadino del paesino. Fu costruito nel XIII secolo,, subendo diverse modifiche architettoniche. Attualmente ospita l’ Enoteca Regionale Piemontese Cavour e un Museo Etnografico sulla civiltà contadina.

Tra Alba e Nizza Monferrato infine c'è il borgo di Santo Stefano Belbo, paese che diede i natali allo scrittore che parlò spesso delle Langhe, ossia Cesare Pavese. Questa è stata la terra di vecchissime tradizioni contadine, come i falò in campagna e le fasi della Luna, che ispirarono il romanzo di Pavese. Non a caso oggi la casa dove nacque lo scrittore è un museo che racchiude i suoi cimeli ed è gestita da una fondazione con lo stesso nome.

 

 

Cosa mangiare

tartufo-bianco-langhe

E andiamo ai peccati di gola, che qui nelle Langhe ci faranno cedere spesso alle tentazioni. Ma quali sono i prodotti e i piatti tipici delle Langhe?

  •        Formaggi

I formaggi prodotti nelle Langhe hanno un sapore delizioso e tutti fatti nei borghi locali. Stiamo parlando della robiola, del Bra tenero e fresco, o del Bra duro e stagionato, ma anche del bross.

  •        Il fritto misto alla piemontese

Il fritto è il piatto tipico cucinato nei giorni di festa, in cui viene fritto praticamente tutto, ossia le interiora e le più tradizionali costoletta di agnello, la cotoletta, la verdura e anche la frutta. E se fritto dev’essere allora su frigge anche il semolino e l’amaretto, tutti praticamente da mangiare.

  •         Tartufo bianco

Ma la vera chicca gastronomica è data dal tartufo bianco d’Alba a cui si accompagnano la Nocciola e la carne degli allevamenti di bovini di razza tipicamente del Piemonte.

  •         Bonet

Il bonet è il dolce tipico piemontese fatto di cioccolato e amaretti. Una goduria per chi ama il cioccolato e che per una volta non ci farà pensare alla dieta

 

 

I vini nelle Langhe

vini-langhe

Bei posti, buon cibo e soprattutto ottimo vino. Non a caso l'Unesco ha decretato nel 2014 patrimonio dell’umanità i paesaggi vitivinicoli di Langhe, Monferrato e Roero per la produzione succulenta di vino.

La vite in Langa è coltivata da tempi remoti già all’epoca dei romani. Non a caso in questa terra ci sono alcune cantine che oltre a produrre vino consentono anche una visita. Si tratta in sostanza di piccole aziende agricole, gestita in famiglia e che producono esclusivamente vini ottenuti da uva dei loro vigneti. E' la buona occasione da non farsi sfuggire per una degustazione nelle Langhe.

Nelle Langhe si possono assaggiare moltissime varietà di vino come ad esempio:

  •         Moscato d’Asti DOCG
  •         Barolo DOCG
  •         Barbaresco DOCG
  •         Roero DOCG
  •         Barbera d’Alba DOC
  •         Nebbiolo d’Alba DOC
  •         Dolcetto d’Alba DOC
  •         Roero Arneis DOCG
  •         Alta Langa DOCG