CORRIERE DELLA SERA IN OFFERTA!

1 anno con Corriere a 99euro invece di 199euro

corriere-della-sera-offerta

COMUNICATI

RACCOMANDA IL SITO

Depuratori d'acqua domestici: quale scegliere

 

acqua-depurata

Un depuratore d’acqua per uso domestico è in grado di rimuovere alcune sostanze potenzialmente dannose, presenti nell’acqua potabile sia per cause naturali, come il calcare, sia per effetto della potabilizzazione o del passaggio attraverso terreni e tubature, come il cloro e l’ammoniaca.

A tale riguardo, la legge impone un limite per quelle sostanze che potrebbero causare problemi alla salute e all’ambiente: qualora venisse superato, diviene necessaria l’installazione di un sistema di depurazione. Esistono diverse tipologie di depuratori adatti ad un utilizzo domestico, con caratteristiche e funzionamento differenti. La scelta si basa sulle esigenze personali, sul quantitativo di acqua da trattare, sul budget disponibile e sul luogo di installazione.

 

 

Quali sono le tipologie di depuratore

scegliere-depuratore-acqua

Gli impianti e i dispositivi in grado di depurare l’acqua si dividono in alcuni gruppi principali:

-     filtri di depurazione a carbone attivo

-     addolcitori d’acqua

-     sistemi di microfiltrazione

-     sistemi di depurazione magnetica

-     depuratori a osmosi inversa

-     addizionatori di anidride carbonica

 

In relazione alla tecnologia e al tipo di apparecchio, il depuratore può consistere semplicemente in un filtro, oppure in un impianto più complesso, anche se generalmente i dispositivi destinati ad un utilizzo domestico sono piuttosto semplici. I motivi per cui si decide di installare questo apparecchio riguardano a volte il desiderio di avere a disposizione ottima acqua frizzante, o di migliorare il rendimento della lavatrice e degli elettrodomestici.

 

Filtri a carbone attivo

Questi filtri, installati anche negli acquedotti, riescono ad eliminare dall’acqua le sostanze nocive e il cloro. Richiedono una manutenzione frequente e una sostituzione periodica, e rendono necessaria la presenza di una lampada a ultravioletti, per evitare la formazione di colonie batteriche, poiché solitamente si installano sotto il lavello di casa. Il filtro a carbone attivo è presente anche nelle normali caraffe filtranti: si tratta del più semplice ed economico tra i sistemi di depurazione, che elimina le impurità dell’acqua e ne regola la durezza, grazie alla presenza del filtro e della resina a scambio ionico all’interno della caraffa.

 

Sistemi di addolcimento dell’acqua

Un addolcitore d’acqua non è esattamente un depuratore. La sua funzione è quella di eliminare il calcio e il magnesio, utile per prevenire le formazioni calcaree all’interno delle tubature e degli elettrodomestici. I più diffusi sono gli addolcitori a scambio ionico, dove l’acqua, passando attraverso la resina, perde gli ioni di magnesio e calcio, trasformati in iodio. Sono indicati solo dove l’acqua supera il livello di durezza consentito dalla legge.

 

 

Sistemi di microfiltrazione

La microfiltrazione in realtà non comporta alcun processo chimico: ad agire sull’acqua è semplicemente un filtro molto fine, che trattiene le impurità. Il risultato sarà un’acqua più limpida e pulita, ma non pura e non priva di cloro e altri elementi, impossibili da trattenere con un filtro.

 

Depurazione magnetica

Il depuratore magnetico agisce attraverso un acceleratore ionico, che genera un campo magnetico e riduce il calcare, lasciando intatte tutte le altre sostanze minerali presenti nell’acqua. E’ molto utile per potenziare l’azione detergente dell’acqua e preservare la lavatrice, la lavastoviglie e gli altri elettrodomestici.

 

Depuratori a osmosi inversa

Il depuratore a membrana osmotica avvalendosi della pressione dell’acqua corrente, rimuove quasi totalmente gli elementi potenzialmente dannosi tramite il processo di osmosi. L’osmosi inversa viene applicata anche negli acquedotti per abbattere il contenuto di nitrati dell’acqua: in pratica consiste nel passaggio “forzato” del flusso d’acqua attraverso una membrana semipermeabile.

 

Addizionatori di anidride carbonica

Si tratta del depuratore casalingo che permette di ottenere acqua frizzante, aggiungendo anidride carbonica all’acqua del rubinetto tramite una cartuccia, senza dispositivi elettrici. Oltre a migliorare il gusto dell’acqua, l’apparecchio la rende anche più sicura, in quanto l’anidride carbonica svolge un’azione antibatterica.

 

Conclusioni

scelta-depuratore-dacqua

Come si è detto, la scelta del depuratore è soggettiva, tuttavia in un ambiente domestico, a meno che non vi siano esigenze particolari, è sufficiente un filtro o un addolcitore, senza installare impianti di depurazione complessi e costosi. In ogni caso, per conservare le caratteristiche dell’acqua depurata, si raccomanda di usare solo bottiglie di vetro lavate con cura in acqua calda, di consumare l’acqua depurata giorno per giorno, e di imbottigliarla a bassa temperatura. Infine vi consigliamo, nel caso di intenzione di acquisto, di spulciare i siti che propongono l'invio di più preventivi (come ad esempio depacquadomestici.it) in modo tale da spuntare il prezzo migliore.